Tappeto

IL TAPPETO

In questo collage: il tappeto, la panca – della quale scriverò in seguito – e .. altro.

In basso a sinistra il tappeto écru è steso, aperto. Ho realizzato di recente questo tappetone, ma nell’articolo a lui dedicato era disponibile un’immagine che lo ritraeva piegato su stesso. Per quanto s’intuissero alcune caratteristiche ora che è steso dovrebbero esserci maggiori elementi per riconoscerne lo stile (nella foto del prossimo articolo si vedrà ancora meglio).

Il vaso smaltato bianco che accoglie i lisianthus, invece, è dell’Ikea. Ricorda un po’ le brocche di ceramica che una volta le nostre nonne utilizzavano per la toeletta. Il più delle volte le vedevi nella stanza da letto o in bagno. Io ho un ricordo nitido di un lavatoio e della mia nonna –  mamma di mio padre – che appena sveglia intrecciava i suoi lunghi capelli per poi raccoglierli in un’acconciatura che la sera, prima di andare a dormire, scioglieva; si sedeva su una piccola sedia di paglia e legno e iniziava il lento rito della cura dei capelli.

Pestello e mortaio, eco di gesti lontani e sempre meno usuali nella quotidianità, arrivano anch’essi da Ikea. Li ho acquistati all’angolo delle offerte con il 40% di sconto – come pure le candele e, diciamolo apertamente, .. a chi non è mai capitato di uscire da Ikea stordito ma con almeno un paio di immancabili candele e un pacco di patatine alla panna acida e cipolla della Bottega svedese?! .. A me accade spesso!

In ultimo, ma non ultimi, in questa foto ci sono i miei mitici cuscini: bianco e grigio .. sempre presenti, puntuali, sobri ed eleganti!

Rispondi